La professione di sommelier continua ad esercitare, senza perdere colpi, sempre più fascino sui giovani, soprattutto per l’aura di comunicazione e cultura che si porta dietro (compresa la possibilità di viaggiare e fare esperienze ogni volta diverse).

Formarsi in maniera adeguata diventa, perciò, fondamentale per essere presi davvero in considerazione nel mondo del vino, dell’olio e delle bevande in generale. In questo saranno di valido aiuto i corsi di enti come AIS, FISAR, ASPI e Bibenda (a cui abbiamo dedicato delle mini guide).

Chi però ha già una certa esperienza in materia ma vuole ampliare le proprie conoscenze, dando una spinta anche al curriculum, può prendere in considerazione i corsi proposti periodicamente dalla WSET.

Si tratta della Wine and Spirit Education Trust, i cui corsi ampliano gli orizzonti e le possibilità dei professionisti (o appassionati) del vino anche fuori dai confini nazionali.

Vediamo allora cos’è la WSET, qual è la sua storia e quali sono i requisiti per partecipare ai suoi corsi formativi, oltre a quanto costano e dove si svolgono. Daremo uno sguardo, infine, alle materie di studio e alle prospettive e agli sbocchi professionali che si possono ottenere. 

Cos’è la WSET: uno sguardo alla sua storia

Fondata nel 1969 per soddisfare la crescente richiesta di formazione nel settore dei vini e dei distillati in Gran Bretagna, la Wine and Spirit Education Trust mette a disposizione degli allievi percorsi formativi riconosciuti dalle più importanti organizzazioni internazionali di settore. 

La WSET opera in settanta Paesi nel mondo e propone corsi per tutte le esigenze di formazione, con qualificazioni specifiche. Organizzazione indipendente e non profit, il suo marchio distintivo consiste nell’impronta di responsabilità sociale su cui si basano i corsi internazionali, che sono tenuti per lo più in inglese, ma anche in molte altre lingue.

Requisiti per seguire i corsi, quanto costano e quanto durano

Non esistono particolari requisiti per seguire i corsi WSET, se non quelli di possedere già una buona conoscenza del mondo del vino (anche se si tratta di semplici appassionati) e di parlare la lingua inglese e francese (sebbene alcuni corsi siano tenuti anche in italiano).

I livelli

I corsi, comunque, sono divisi in tre livelli e presentano percorsi differenti: si può scegliere il percorso del vino, quello dei distillati, del sake (noto liquore giapponese), o del vino e distillati insieme. Non è necessario partire dal primo livello: chi, ad esempio, ha già frequentato i corsi di altre associazioni (come quelli di AIS, FISAR, ASPI, BIBENDA) può cominciare dal secondo livello del percorso scelto.

La durata

Per quanto riguarda la durata, qui c’è una sostanziale differenza con i corsi degli altri enti italiani: i corsi WSET durano infatti poco, sono molto concentrati ed intensivi, cosicché il primo livello ha una durata di una sola giornata, il secondo livello di tre giornate e il terzo di cinque giornate, indipendentemente dall’argomento scelto.

I Costi

I costi, invece, appartengono ad una fascia più alta, soprattutto in relazione alla durata dei corsi: se il primo livello ha infatti un costo di 220 euro, il secondo costa 550 euro, mentre per il terzo si arriva a 1090 euro. Occorre sottolineare però che questi costi non sono comprensivi di quota di iscrizione e di quota associativa annuale, da pagare a parte.

Se la durata è minima, d’altro canto non si può dire lo stesso dell’impegno, che dovrà essere altissimo in quanto ogni livello prevede delle verifiche finali. Per il primo livello la verifica consiste in un test a risposta multipla (30 domande a cui rispondere in 45 minuti), mentre alla fine del secondo e terzo livello è previsto un esame vero e proprio, in inglese, con domande teoriche aperte e chiuse e poi pratica di degustazione e abbinamento. Esiste poi un quarto livello, denominato appunto “Diploma”, a cui si accede se si desidera la qualifica di sommelier WSET.

wset corsi vino italia

Cosa si studia e dove si tengono i corsi

Per i corsi di WSET le materie di studio, ovviamente, non saranno particolarmente delineate, dal momento che i corsi sono intensivi e durano molto poco.

Per sommi capi però si potrà dire che il primo livello (vino) si occupa di dare una panoramica su tutte le tipologie di vino ed i vitigni, affrontando anche i principi dell’esplorazione sensoriale attraverso la vista, l’olfatto ed il gusto, e le basi dell’abbinamento vino/cibi.

Il secondo livello (vini e distillati) va invece un po’ più a fondo con le conoscenze, soprattutto per chi ha intenzione di trovare impiego in cantine ed aziende vitivinicole: si esploreranno quindi tutte le regioni ed i vini caratteristici e la lettura delle etichette, oltre che le peculiarità dei principali distillati (tra cui i liquori).

Il terzo livello (vino) dà spazio a focus sulle tecniche vitivinicole, approfondendo la teoria sulle qualità dei vini e sulle caratteristiche organolettiche di ogni tipologia. Il quarto livello, infine (diploma di vino e distillati) si pone l’obiettivo di garantire conoscenze approfondite e a 360 gradi sul vino e i distillati, con uno sguardo globale a ciò che riguarda questo mondo, ed un focus particolare sul commercio e l’imprenditoria. 

Prospettive di lavoro e sbocchi professionali

Diplomarsi ad un corso WSET è senz’altro garanzia di buoni sbocchi professionali, soprattutto a livello internazionale. Chi, ad esempio, voglia accedere ai Masters of Wine dovrà mettere in conto che uno dei pre-requisiti da possedere è proprio la partecipazione ad un corso WSET.

Certamente un diploma WSET apre le porte a molte più opportunità rispetto alla frequentazione di corsi nel solo contesto italiano. Affiancare però questi corsi a quelli di altri enti è un’ottima strategia per specializzarsi sempre di più e trovare più facilmente lavoro. In questo modo si potrà tentare una carriera anche Oltreoceano, o in Russia o addirittura in Cina e in svariate zone del mondo.

Molti sono infatti gli sbocchi nei relais di lusso in prestigiose località turistiche (Maldive, Kenya, ma anche altre), in cui occorrono grandissime competenze, forte presenza di spirito, attitudine al problem solving (si sa che i clienti esigenti sono i più difficili) e, ovviamente, parlare le lingue in maniera fluente.

In questo percorso i corsi di studio della Wine and Spirit Education Trust possono essere davvero d’aiuto per costruire una brillante carriera.