Amare il vino è una passione coinvolgente, che diventa via via più grande e spinge a conoscere qualsiasi dettaglio su questa bevanda, non solo relativo alla produzione, ma anche alla sua conservazione.

Ecco perciò che uno degli strumenti fondamentali per i cosiddetti “wine lovers” (amanti del vino) si rivela il frigo cantina, o cantinetta elettrica. E non importa se all’inizio converrà cominciare con cantinette piccole, che conservano poche bottiglie per volta: più in là nel tempo un amante e appassionato di vini sentirà l’esigenza di ampliare questo background, fino ad investire su cantinette molto vaste e spaziose.

Se la passione è genuina, dunque, questo processo sarà sempre evolutivo e mai reversibile. Una delle cantinette ideali per cominciare a coltivare la passione del vino può essere considerata la piccola DCG MF48A.

Vediamo allora in dettaglio quali sono le caratteristiche di questo frigo cantina, quali sono i pro ed i contro di un eventuale acquisto, per quale target di consumatori risulta ideale e se vale la pena di acquistarla.

Caratteristiche principali: comoda e pratica per chi è alle prime armi con il vino

Il frigo cantina DCG MF48A a dispetto del suo nome non semplicissimo da ricordare si rivela molto comodo e pratico. Progettato da un marchio tutto italiano e relativamente giovane (DCG Electronic è un’azienda lombarda fondata nel 1999) ha una capacità di circa 48 litri per un corrispettivo di 18 bottiglie.

In acciaio inox dall’elegante color grigio scuro, può essere anche utilizzata come complemento d’arredo, sia in una tavernetta che in un garage attrezzato (ma anche in un bel salone. Sconsigliata la cucina per la temperatura della stanza troppo alta).

Maniglia interna laterale a sinistra, possiede un vetro trasparente ma leggermente oscurato per tenere le bottiglie al riparo da una luce eccessiva. Un display posto sul lato frontale di questa cantinetta consente di regolare la luce interna e di vedere la bottiglia che si sta cercando anche senza la necessità di aprire il frigo cantina.

Il display consente di regolare anche la temperatura di conservazione, che viene compresa in un range tra gli 11 e i 18 gradi centigradi. Non è però una cantinetta climatizzata, né dual zone, per cui al suo interno può essere una sola tipologia di vino. 

Sei i ripiani disponibili (in media tre bottiglie su ogni ripiano), suddivisi da cinque scaffali in metallo removibili. Presenti anche i piedini di appoggio, che consentono una migliore stabilità delle bottiglie. Le sue dimensioni sono pari a 66 centimetri di altezza, per 34,5 cm di larghezza e 49,5 cm di profondità.

Per quanto riguarda i decibel emessi, ammontano a 35, mentre la classe energetica a cui appartiene è la B. L’alimentazione, infine, è compresa tra i 220 e i 240 V, 50-60 Hertz o 75 W.

Tutti i pro e i contro dell’acquisto: economica e silenziosa ma non è climatizzata né dual zone

Piccola, pratica e poco pesante, la cantinetta DCM MF 48A si sposta verso qualsiasi luogo. Le sue dimensioni sono infatti abbastanza ridotte, il che rende questo elettrodomestico facile da essere trasportato in qualsiasi ambiente.

Non è da incasso, quindi può essere considerato alla stregua di un mobile bar, con un design essenziale che non delude. Altri vantaggi non di poco conto di questa cantinetta elettrica insistono sul suo essere poco rumorosa. 

Il suo livello acustico si aggira infatti intorno ai 35 decibel, che sono davvero pochi se paragonati ai decibel emessi da altre cantinette, anche molto più care. Il suo essere molto silenziosa costituisce perciò un plus. Pollice in su inoltre per il suo appartenere ad una classe energetica B, il che la rende sicura sui consumi e con un’ottima occasione di risparmio sulla bolletta.

Il risparmio viene garantito anche dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, per cui l’azienda lombarda è nota: un prodotto dalle buone prestazioni, che garantisce tutti i servizi basic ma senza puntare troppo sui dettagli e con una spesa che tutti possono permettersi.

Il lavoro sulla refrigerazione viene svolto in maniera discreta, anche se qualche consumatore lamenta il fatto che la cantinetta non raggiunge velocemente la temperatura impostata. E qui veniamo ai cosiddetti “contro” di questo elettrodomestico. 

La caratteristica più limitante, se così vogliamo dire, è che non è una cantinetta dual zone, né climatizzata: questo significa che è stata progettata per conservare una sola tipologia di vino per volta e bisogna stare attenti a non posizionarla in ambienti che abbiano una temperatura esterna di oltre 24 gradi.

Visto il range previsto di temperatura si consiglia poi di utilizzarla per i vini rossi, giacché i bianchi (e ancor più le bollicine) hanno bisogno di essere conservati ben sotto gli 11 gradi (temperatura minima accolta dalla DCM MF 48A).

Per chi è più indicata: un target medio che non ama spendere troppo per gli elettrodomestici

In generale, tutti i prodotti del brand DCG sono pensati per un target medio, che non ha intenzione di spendere cifre eccessive per un elettrodomestico. Questa cantinetta non fa eccezione.

Pur costando poco rispetto ai frigo cantina di altre marche, però, la loro garanzia e durata di affidabilità sono piuttosto buone. Il fatto di conservare solo 18 bottiglie e di non prevedere una dual zone la rende poi adatta a coloro che cominciano da poco ad amare il vino, e quindi sono sulla strada della confidenza graduale con questo settore.

Non è, di conseguenza, indicata, per degli esercizi commerciali come wine bar, piccoli ristoranti, vinerie. Le recensioni sono comunque quasi tutte entusiaste, e ciò vuol dire che la richiesta di mercato, in tal senso, è stata soddisfatta.

Conclusioni

Traendo le conclusioni per una recensione utile si potrà dunque sottolineare come questa cantinetta sia perfetta per chi comincia ad avvicinarsi al mondo del vino, ma anche per chi si diletta semplicemente di ricevere in casa gli amici volendo bere del buon rosso (meglio) o bianco alla giusta temperatura.

Il prezzo abbordabile avvicina l’esperienza della cantinetta elettrica anche a chi non la conosceva, e chi poi vorrà approfondire sull’argomento potrà passare a qualcosa di più strutturato. Bello anche il design minimalista ed il fatto che il brand sia italiano. 

Scheda tecnica

Ultimo aggiornamento 2019-10-18. Link di affiliazione. Immagini da Amazon Product Advertising API