Come ogni anno, dal 3 al 7 Aprile si terrà a Verona il Vinitaly. Giunto alla 42esima edizione, il Vinitaly è la fiera, come si legge del sito ufficiale:

Numero uno al mondo per dimensioni, è andata assumendo nel tempo un rilievo sempre più importante anche a livello internazionale, aprendosi alle innovazioni e imponendosi all’attenzione degli operatori non solo come fiera commerciale, ma anche come vero e proprio “evento” imperdibile.

Vinitaly 2008 presenta una nuova annata, la 42^ della sua “vendemmia”, con un blend che coniuga sapientemente le esigenze del business con quelle del glamour e che riscontra sempre più apprezzamenti da parte dei clienti di tutto il mondo: espositori, buyer, operatori del settore.
Il più grande evento fieristico del mondo dedicato al vino, dopo aver confermato nel corso del 2007 la sua leadership internazionale, sia con 38 mila operatori stranieri presenti su 145 mila totali provenienti da 101 Paesi all’ultima edizione di aprile (+15% rispetto al 2006), sia grazie alle iniziative di Vinitaly World Tour realizzate sui più interessanti mercati internazionali (USA, Cina, Giappone, India e Russia). Proficua per il raggiungimento degli obiettivi la partnership, sia in Italia che all’estero, tra Veronafiere e Buonitalia, la società del Mipaf per la promozione e la valorizzazione dell’agroalimentare nazionale.
L’elenco degli espositori ha già raggiunto i numeri della scorsa edizione di Vinitaly, che aveva visto circa 4.300 aziende provenienti da 32 Paesi, su una superficie che grazie agli ampliamenti del 2006 e del 2007 si attesta a 86 mila metri quadrati netti. La conferma della totalità delle aziende presenti nel 2007 testimonia l’indice di gradimento degli espositori per la manifestazione, ormai vicina al 100%.

Di seguito l’elenco delle degustazioni in programma nei 5 giorni:

  • TASTING EX…PRESS: Il giro del mondo del vino attraverso degustazioni guidate organizzate da Vinitaly, in collaborazione con alcune tra le più autorevoli testate internazionali di settore.
  • TASTE & DREAM: Una delle più grandi emozioni che può vivere un enofilo o un gourmet, è ripercorrere il cammino di una cantina, incontrando i suoi vini. Assaggiare diversi millesimi è attraversare la storia.
    Taste & Dream è questo mix di emozioni, che vedono tempo, storia e cultura incontrarsi in un vino: un angolo riservato, dedicato alle grandi verticali d’eccellenza. Tutti i più grandi produttori italiani si sono presentati in questo “salotto” di Vinitaly, davanti a buyers e giornalisti provenienti da tutto il mondo. Riservato, solo su invito.
  • Gambero Rosso presenta I Grandi Vitigni d’Italia
  • L’altra Europa by ASPI
  • Bollicine d’Italia del Gambero Rosso
  • I vini mito del 1997 by Civiltà del Bere
  • Le degustazioni A.I.S.: L’Ais organizza una serie di degustazioni guidate che si svolgeranno durante la prossima edizione di Vinitaly. Gli eventi si terranno nella Sala Tiguan e Passat al primo piano del padiglione 9. La quota di partecipazione è di € 18 da versare presso lo Stand Ais – D10 Padiglione 7. Le prenotazioni saranno accettate fino a disponibilità dei posti. Ricordiamo che lunedì 7 aprile i soci Ais in regola con la quota associativa 2008 entreranno gratuitamente in fiera dalla Porta San Zeno (presentare la tessera associativa).
  • XX Seminario Tecnico Masi
  • Amarone: tipicità moderna. Il contributo della microflora indigena alla caratterizzazione dei vini: Completamento dello studio presentato nel 2007 inerente la ricerca su batteri e lieviti presenti nell’ambiente della filiera Masi e il loro contributo alla caratterizzazione dei vini.
    Relatori: dr Lanfranco Paronetto del Gruppo Tecnico Masi e prof. Franco Dellaglio dell’Università di Verona.
    Assaggio tecnico e anteprima Amarone Masi Costasera Riserva 2003
  • Presentazione Bossi Fedrigotti: Petit déjeuner di presentazione della collaborazione di Masi con la storica azienda dei Conti Bossi Fedrigotti di Rovereto.
    Interverranno Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola, e i conti Isabella, Maria Josè e Gianpaolo Bossi Fedrigotti.

Ci vediamo al Vinitaly?