Vino Veritas

Nero su nero: abbinare il vino al tartufo

Parlare di vino e tartufi mette fin da subito buon umore: sarà il fresco autunnale, sarà la gola che solletica e la voglia di buone cene fra amici. Eppure abbinare l’uno e l’altro non è cosa semplice. Di recente abbiamo visto che a grande sorpresa il tartufo nero è possibile abbinarlo con eleganza (e cognizione di causa) ai vini bianchi, ma nell’intimo quando penso al tartufo nero penso ad un buon vino rosso. Sì, ma a quale?

Di vini rossi ce ne sono una marea, pochi però sono quelli che hanno un buon rapporto con il tartufo: le regole di base sono sempre le solite; è importante che l’aromaticità del vino non copra quella del tartufo, e che il vino non sia caratterizzato da una forte acidità.

abbinamento-vino-tartufoChi di vini se ne intende è pronto a giurare che per abbinare con armonia vino rosso e tartufo nero il primo non deve avere una grande struttura e non essere troppo impegnativo sul piano del gusto. Insomma si dovrebbe pensare ad un vino morbido, maturo e con tannino appena percettibile. Inoltre il vino rosso non deve essere un’ostinazione ma un piacere da proporre solo quando il piatto davvero lo richiede.

Detto questo in tavola con il tartufo nero si potrebbe servire un buon Nebbiolo o Pinot Noir mentre è meglio star lontani dalle bollicine sia da quelle ottenute con il Metodo Classico o Charnat. L’abbinamento è infatti piuttosto complicato e il più delle volte sconsigliato: il rischio è di non gustare a pieno né il vino, né il tartufo.

Non sarebbe poi male scegliere sempre vini provenienti dai territorio nei quali ci si trova e se si ha la fortuna di stare a tavola nelle zone di produzione del Montepulciano d’Abruzzo statene certi, l’abbinamento strapperà grossi applausi.

Nebbiolo d'Alba Renato Ratti Ochetti 0,75 lt.
  • Cantina: Renato Ratti (CN)
  • Vitigni: Nebbiolo 100%
  • Descrizione: Storico vino della tradizione piemontese, dal colore rosso rubino di tenue intensità. Profumo fine, delicato e persistente con sentori che ricordano la fragolina di bosco e il lampone. Gusto gradevolmente amarognolo, vellutato, leggero e pieno allo stesso tempo. Il terreno principalmente sabbioso dal quale si ricava questo vino, gli conferisce grande eleganza e profumo intenso.
Di Sipio - Vino Rosso - 5 Montepulciano D’Abruzzo Riserva DOP - 2007-1 Bottiglia da 750 ml
  • Si presentano all’olfatto note di confettura di more e di prugne, di carrube, di sottobosco; e poi ancora cuoio, pepe, alloro, tabacco
  • Ripa Teatina, Chieti, Abruzzo, Italia
  • La straordinaria struttura e la ricchezza aromatica riescono a rendere questo vino un protagonista assoluto che quindi può essere bevuto e apprezzato anche da solo

Ultimo aggiornamento 2021-12-02. Link di affiliazione. Immagini da Amazon Product Advertising API

Claudia Zedda

1 commento

  • Per la preparazione bastano pochi minuti: dopo aver passato i filetti di merluzzo nella farina, sara necessario rosolarli a fiamma bassa nel burro gia sciolto, sfumare il tutto con un bel bicchiere di P rosecco ed unire, quasi a fine cottura, la panna, l olio e la salsa tartufata. A piacere potrai aggiungere qualche scaglia sottile di tartufo nero, ed un pizzico di prezzemolo. E se ti stai chiedendo quando utilizzare il secondo bicchiere di Valdobbiadene, e presto detto: bevilo mentre assapori questo delizioso piatto, e gusterai il perfetto connubio tra bouquet aromatici del vino e tartufo !