Vino Veritas

A tavola con i funghi porcini e del buon vino

funghi-porciniMangiare funghi porcini è già di per sé una festa: sono ricchi di gusto, prelibati e pure ricercati e con i funghi porcini è possibile creare una varietà di piatti davvero sorprendente. Se poi si è in grado di associare il fungo al giusto vino, la coppiata si può dimostrare sinceramente vincente.

L’abbinamento non risulta però sempre semplice dato che, come accennato, è possibile cucinare i funghi porcini in mille e una maniera e pietanza che vai, vino che trovi. Oggi scopriamo gli abbinamenti giusti che possono regalare a qualsiasi piatto a base di funghi porcini quel non so che in più che fa realmente la differenza.

Se si sceglie ad esempio di consumare i funghi porcini crudi, magari in insalata il consiglio è quello di abbinare al piatto un vino bianco strutturato, che non sia però eccessivamente profumato. Possono andar bene ad esempio il Pinot Bianco o l’Orvieto: quel che conta è che il vino sia morbido e ben caratterizzato. Diverso il discorso per carpacci di carne accompagnati da funghi in insalata: in questo caso è d’obbligo un rosso giovane.

Se invece si sceglie di servire i funghi porcini alla griglia o trifolati, le cose cambiano. Il fungo diventa alimento protagonista di ottime polente, risotti o paste accompagnate spesso da fragranti speck; in quel caso  andrà benissimo un vino rosso non troppo corposo come il Dolcetto di Dogliani o il delizioso Barbera. In alcuni casi però la scelta ricade su un buon bianco delicato, che non copra la fragranza del fungo. Quel che conta è che il vino sia leggermente aromatico e dotato di un buon tenore alcolico.

Altra maniera nella quale è possibile servire i funghi è in frittura: in questo caso per ripulire il palato dal fritto, è possibile optare per vini secchi frizzanti, con buona acidità: già solo il pensiero di abbinare frittura di funghi porcini e un buon Franciacorta fa venir l’acquolina in bocca, non credi?

Offerta
Franciacorta DOCG Extra Brut Rosè Brolese Tenuta Villa Crespia Franciacorta
  • Dalla collezione di Villa Crespia vi proponiamo un rosé di grande classe. I caratteri sono quelli di un grande metodo classico, con uno stile molto vicino ai vini della Champagne
  • I sentori di brioche e biscotti al burro vanno a braccetto con tenui accenni fruttati, e in bocca è diretto, fresco, essenziale, come vuole la tradizione
  • Una bollicina da veri intenditori che con la sua elegante veste rubino tenue appaga non solo il palato ma anche la vista: perché anche l’occhio vuole la sua parte

E tu come abbini i tuoi piatti a base di funghi porcini e vino?

Ultimo aggiornamento 2022-09-24. Link di affiliazione. Immagini da Amazon Product Advertising API

Claudia Zedda

Commenta

Atlante dei vini d’Italia

Emilia Romagna Piemonte Lombardia Veneto Liguria Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia Sardegna Cartina dei vini italiani
guida scelta acquisto cantinetta vino

Gli strumenti del mestiere

Nessun prodotto trovato