La Lombardia può vantare un territorio invidiabile per la coltivazione della vite. I quasi 23 mila ettari vitati producono all’anno un milione e quattrocentomila ettolitri di vino. E tra tanta quantità, tanta qualità.

Franciacorta, DOCG della Lombardia

Il territorio lombardo è assai variegato; dalla zona alpina e prealpina, alla fascia collinare che sfuma nella pianura padana. Il terreno è roccioso cristallino nella fascia alpina, calcareo nella zona prealpina e alluvionale in pianura. Clima temperato continentale, con elevate escursioni termiche in pianura ed un buon tasso di umidità. Le princpali aree vitivinicole sono la Franciacorta, la Valtellina, l’Oltrepò Pavese, il Bergamasco, le rive del Garda ed il Mantovano. I vitigni a bacca rossa prevalgono su quelli a bacca bianca. Tra i più coltivati ricordiamo la Barbera, la Bonarda, il Pinot Nero, il Merlot, il Cabernet Sauvignon e Franc, il Nebbiolo ed il Marzemino. Tra i vitigni a bacca bianca citiamo Riesling Italico, Chardonnay, Pinot bianco, Moscato bianco e Trebbiano di Soave.

Vini della Lombardia, le denominazioni della regione: