La Toscana è, insieme al Piemonte, la regione italiana maggiormente vocata per la produzione di vino di qualità. Bagnata dal mar Ligure e dal Tirreno, la Toscana ha un territorio prevalentemente collinare. Il clima toscano è generalmente temperato, con inverni miti ed estati fresche. La presenza di rilievi e l’influenza del mare concorrono alla creazione di microclimi, che possono avere caratteristiche anche molto differenti da zona a zona.

Colline in Toscana

I 57 mila ettari coltivati a vitis vinifera producono ogni anno 3 milioni di ettolitri di vino. La toscana può vantare ben 7 vini DOCG e 36 DOC, oltre a 14 strade del vino. I vini Toscani sono ambasciatori della tradizione vitivinicola italiana in tutto il mondo; Chianti, Brunello di Montalcino, Morellino di Scansano, Vino Nobile di Montepulciano solo per citarne alcuni. Le zone di produzione più famose sono quelle del Chianti Classico, del Chianti, del Carmignano, di San Gimignano, di Montalcino, Sant’Antimo, Montepulciano, Val di Chiana, Val d’Orcia, Colli di Luni, Candia, Colline Lucchesi, Montecarlo, Pomino, Isola d’Elba, Val di Cornia e val d’Arbia. I vini sono prevalentemente rossi, circa il 70% della produzione, ottenuti principalmente da vitigni a bacca rossa quali Sangiovese, Canaiolo nero, Merlot, Cabernet Sauvignon, Ciliegiolo, Malvasia, colrino e Cabernet Franc. Tra i vitigni a bacca bianca più coltivati troviamo il Trebbiano toscano, la Malvasia bianca lunga, la Vernaccia di San Gimignano, lo Chardonnay, il Vermentino, il Canaiolo bianco, la Malvasia bianca di Candia e il Manzoni bianco.

Vini della Toscana, le denominazioni della regione: