L’Emilia Romagna si caratterizza per un territorio prevalentemente pianeggiante, delimitato a sud dall’Appennino Tosco-Emiliano. Con i suoi 56.000 ettari coltivati a vite, l’Emilia Romagna produce un totale di 6 milioni di ettolitri di vino l’anno, collocandosi tra le zone a maggiore resa del mondo.

Vitigni delle colline Emiliane

Il clima emiliano romagnolo è caratterizzato da inverni freddi ed estati calde, con un elevato tasso di umidità. Tra i vitigni a bacca bianca maggiormente coltivati in Emilia Romagna vi sono il Trebbiano Romagnolo, l’Albana, il Pignoletto, la Malvasia di Candia Aromatica, il Montù, l’Ortrugo, lo Chardonnay e il Trebbiano Modenese. Per quanto riguarda i vitigni a bacca rossa, i più diffusi sono il Sangiovese, l’ancellotta, il Lambrusco Grasparossa, il Lambrusco di Sorbara, il Fortana, il Lambrusco Maestri, il cabernet Sauvignon e il Merlot.

Vini dell’Emilia Romagna, le denominazioni della regione: