macchia-vino-rossoE’ vero, l’Epifania tutte le feste si porta via, ma le macchie di vino sulle tovaglie buone che hai deciso di utilizzare per le feste chi se le porta via? Per quelle ci vuol ben altro che la Befana; si dimostrano invece piuttosto utili i cari vecchi segreti delle nonne. Vinoveritas te ne regala almeno cinque.

Il succo di limone. Se l’acqua e il sapone non ti hanno dato soddisfazioni e la macchia dopo infiniti lavaggi sta ancora lì, leggermente sbiadita ma pur sempre visibile, puoi provare con il succo di limone. Applicalo sulla macchia asciutta e aggiungi del sapone liquido. A questo punto lascia riposare il più possibile e poi infila la tovaglia direttamente in lavatrice.

Dentifricio vs macchie di vino. A grande sorpresa il dentifricio risulta particolarmente utile non solo per sfoggiare un sorriso bianchissimo, ma anche per smacchiare abiti che accidentalmente, fra un brindisi e l’altro, si sono macchiati di vino. Il consiglio è quello di non utilizzarlo su tessuti particolarmente delicati e di fare attenzione alle qualità del dentifricio: se fosse sbiancante potrebbe avere la medesima funzione su denti e tessuti.

L’amico della casa: il sapone di Marsiglia. E’ utile per una miriade di situazioni, anche nel caso in cui il problema sia una bella macchia di vino sulla tovaglia. Lo si può utilizzare direttamente sulla macchia fresca o asciutta. Dopo averla strofinata per bene lasciar agire e infine mettere in lavatrice.

I segreti del sale grosso. Non ci crederai ma il sale grosso è in grado di bere più vino di molti di noi visto che lo assorbe naturalmente; non è un caso che le nonne consiglino di spargerne una abbondante manciata sulla tovaglia appena macchiata. Dopo una mezzoretta dall’applicazione è possibile procedere con il lavaggio.

Vino bianco vs vino rosso. Non ci si crederà ma il vino bianco, in associazione con il bicarbonato di sodio si dimostra un valido alleato contro le macchie del vino fratello, quello rosso. Il procedimento è piuttosto semplice: bagna la macchia di vino rosso con del vino bianco e applica del bicarbonato di sodio. Bisogna che il miscuglio agisca per un paio di ore prima che il tessuto (meglio se non troppo delicato) venga messo in lavatrice.

E tu? Conosci qualche altro rimedio da consigliare?