bicchiere-vino-proseccoLe bollicine fanno festa, e quest’anno la Gran Bretagna ha deciso di trascorrere il natale in compagnia dei familiari e del prosecco, eccellenza tutta italiana. Niente di strano specie per chi il prosecco lo conosce e lo consuma da anni; la notizia vera e propria è rappresentata dal fatto che il prosecco è riuscito a soffiare la prima posizione nei consumi inglesi allo storico champagne, il cugino dalla r debole. Naturalmente c’è chi potrebbe pensare che la scelta sia stata dettata dai costi. Il Winenews.it scuote la testa: il prosecco piace! Non si tratta solo di un sostituto economico dello champagne visto che oramai gli inglesi hanno scelto di acquistarlo anche per i momenti di festa, durante i quali, lo sappiamo bene, non si bada a spese.

Evidentemente le bollicine made in Italy stuzzicano il palato e a confermarlo sono le vendite che parlano chiaro: durante il dicembre 2013 gli acquisti di prosecco sono aumentati del 41% rispetto agli anni passati.

Non che allo champagne sia stato ritirato il passaporto: ancora quest’anno si è venduto piuttosto bene, ma è saltato subito all’occhio che il regno assoluto del nettare francese si è concluso; ora il trono è da dividere con il più economico ma non meno pregiato prosecco italiano.