Alessandro-MagnoSe reputi d’aver bevuto tanto, forse troppo, durante le feste, nessuna paura, c’è chi in passato ti ha di gran lunga superato. Condottiero, eroe, sovrano fra i più chiacchierati lungo i corridoi della storia antica, pare che quello di Alessandro Magno per il vino fu un amore che non lo portò troppo lontano.

Uno dei primi wine lovers della storia, secondo una ricerca recente pubblicata dalla rivista Clinical Texicology, sembra che Alessandro Magno morì dopo un sfarzoso banchetto a Babilonia. A conclusione dei festeggiamenti pare abbia ingerito, come spesso accadeva, una ben nota bevanda a base di elleboro. Per quanto allora si ritenesse l’intruglio in grado di cacciare i demoni, quel che non si sapeva era che la bevanda risultava piuttosto tossica.

Le fonti datate 323 a.C. che raccontano della sua morte, descrivono passo per passo quelli che noi oggi conosciamo come sintomi caratteristici causati dall’ingerimento di questa pianta. Purtroppo l’intossicazione di per sé non sarebbe stata mortale: pare invece che l’eroe sia stato indebolito dalla dipendenza per il vino che ne ha infine decretato la scomparsa.

La virtù d’altronde sta nel mezzo ed esagerare non ripaga mai, nemmeno i più appassionati wine lovers: qualcuno glielo avrebbe dovuto dire.