Attenzione, abbiamo pubblicato una nuova guida all’acquisto di cantinette da vino. Potete trovarla qui.

Il vino, c’è chi preferisce acquistarlo comodamente in enoteca, del produttore e dell’annata che preferisce, e c’è anche chi preferisce rifornirsi delle migliori bottiglie per poi curare personalmente l’affinamento.
Questo secondo tipo di persone sono spesso appassionati disposti a sostenere un costo aggiuntivo in cambio della soddisfazione di possedere a casa una personale selezione di vini. A meno che non si abiti in uno stabile con le condizioni ideali per allestire una cantina, è necessario acquistare una cantinetta per il vino. Questi “elettrodomestici” sono dei lontani, parenti dei comuni frigoriferi e sono pensati per conservare nelle migliori condizioni le bottiglie di vino.

Armadio cantinetta da vino

Le cantinette per il vino, si suddividono principalmente in 2 famiglie: i frigo vino temperati e i frigo vino climatizzati (detti anche Armadi Climatizzati).
I frigo vino temperati servono per portare alla corretta temperatura i vini prima che questi vengano serviti. Gli armadi climatizzati nascono invece per permettere la conservazione, anche per lunghi periodi, delle bottiglie di vino.
Entrambi possono essere monotemperatura o multitemperatura. Nel primo caso avremo una temperatura unica, ovviamente impostabile a mano, in tutta la cantinetta. In questo caso è bene ricordare che gli scomparti più bassi saranno comunque più freschi rispetto a quelli alti, a causa ddel naturale spostamento dell’aria calda verso l’alto.
I multitemperatura permettono invece di settare diverse temperature all’interno della stessa cantinetta, permettendo in questo modo la refrigerazione, o la conservazione, a temperature differenziate in base alla tipologia di vino ospitata.
Tutti i modelli assicurano inoltre il corretto tasso di umidità, compreso tra il 50% e 80%. Al di sotto infatti si rischia che i tappi di sughero si secchino, al contrario, un’atmosfera troppo umida rischia di favorire la formazione di muffe.

Se invece non siete disposti ad investire in un frigo cantina, potete comunque pensare di dedicare uno spazio della vostra casa alla conservazione dei vini.

Allestire una cantina in casa

Per chi vive in città, spesso lo spazio designato per la conservazione del vino è il garage. Se questo è il vostro caso, dovete ricordare che i gas di scarico e eventuali alimenti (formaggi, cipolle, aglio, ecc.) posti nelle vicinanze delle bottiglie possono influire sul profilo organolettico del vino. La temperatura, affinché la conservazione sia ottimale, deve essere compresa tra i 10 e i 18 gradi per i vini rossi, i 6 e 8 gradi per i vini bianchi e i 4 e 8 gradi per le bollicine.
Le bottiglie vanno riposte coricate in modo che il vino aderisca alla superficie interna del tappo in sughero.

Il consiglio, per chi non dispone di uno spazio idoneo, è di orientarsi verso l’acquisto di una cantinetta climatizzata. L’iniziale investimento verrà ripagato dalla qualità della conservazione dei vini e dal minor rischio di vedere pregiate bottiglie rovinate a causa di una cattiva conservazione.